METEO LUNGO TERMINE

Clamoroso DIETROFRONT! Nuova POSSIBILE ONDATA DI GELO SULLA PRIMAVERA?

inverno
Marzo non vuole sottostare al dominio dell’Anticiclone

ONDATA DI GELO DOPO ALTA PRESSIONE?

Sottostare al diktat dell’Alta Pressione? No grazie. Sembra essere questa la risposta di marzo all’idea di un regime anticiclonico persistente. I cambiamenti meteo potrebbero intervenire a metà mese, giorno più giorno meno, un cambiamento che viene fiutato dai modelli previsionali ma che ovviamente – considerando la distanza temporale – andrà ampiamente confutato da ulteriori elementi.

ULTIME CORSE MODELLISTICHE

Le ultime corse modellistiche evidenziano tuttavia un interessante spostamento della struttura anticiclonica verso ovest, quindi in pieno Oceano Atlantico. Un posizionamento che potrebbe voler dire tutto o niente, diciamo che sarebbe una collocazione eventualmente propizia a spinte meridiane qualora l’attività depressionaria dovesse mollare un po’ la presa.

CENTRI DEPRESSIONARI AD EST, ONDATA DI GELO

Si potrebbe realizzare una migrazione dei centri depressionari verso est, uno sbilanciamento che se dovesse verificarsi aprirebbe le porte a un’elevazione dell’Alta Pressione verso nord e ciò significherebbe una discesa d’aria fredda in direzione sud. La classica irruzione artica, per intenderci, che potrebbe puntare con decisione verso il Mediterraneo o verso l’Europa orientale.

NUOVAMENTE FREDDO? QUANDO?

Diciamo che attorno a metà mese potrebbe realizzarsi il classico colpo di coda dell’Inverno, farcito di un sostanzioso calo delle temperature e potrebbe associarsi a un peggioramento capace di portarci nevicate a quote interessanti. Quali quote? Presto per dirlo, dovremo evidentemente attendere che si realizzi la dinamica – perché per il momento è ancora un’ipotesi – e che i modelli ci dicano se l’Italia potrebbe rientrare nei giochi oppure no.

ONDATA DI GELO PERCHE’ E’ POSSIBILE

Fatto sta che marzo, lo ripetiamo, sembra non voler sottostare all’Alta Pressione permanente. Una possibilità o meglio, un rischio che c’è e che non va minimamente trascurato.

Meteogiornale

Rimani aggiornato con i link rapidi di previsioni

Articoli Correlati

Back to top button