METEO WEEKENDNEWS

Meteo: arriva il “cicloncino” di settembre. Quante piogge!

E’ stato già chiamato il piccolo ciclone di settembre o meglio, il cicloncino. Apporterà meteo autunnale e freddo sabato ma in miglioramento.

SITUAZIONE METEO NEL WEEKEND

I modelli fisico-matematici sono allineato nel proporre un corridoio instabile che, dal Golfo di Biscaglia, medio Atlantico orientale, si aprirebbe verso il Mediterraneo centrale. Al momento non si palesa un ampio squarcio depressionario di matrice oceanica, piuttosto l’infiltrazione anche abbastanza circoscritta di vorticata positive alle quote medie attraverso il canale descritto, ma poi con l’attivazione di un cavo d’onda mediamente instabile proprio tra le Baleari e l’Italia in grado di attivare fronti perturbati dall’Ovest del Mediterraneo verso molte nostre regioni.

IL METEO: UN WEEKEND PERTURBATO

Vediamo allora cosa ci aspetta sul fronte meteorologico per le giornate di sabato 4 e domenica 5 settembre.

meteo-weekend-previsioni

Il weekend si aprirà con un sabato assai instabile già dalle prime luci del giorno, quando la perturbazione, attesa per venerdì, si andrà a concentrare al Centro e su parte del Sud. A rischio pioggia e temporali saranno la Sardegna settentrionale, l’Umbria, le Marche meridionali, nonché il Lazio, l’Abruzzo e, a scendere, il Molise e l’area del basso Tirreno.


Nella corso della giornata la perturbazione muoverà poi il suo baricentro ulteriormente verso levante, coinvolgendo con fenomeni localmente forti anche l’area garganica della Puglia. Su tutti questi settori potranno scoppiare focolai temporaleschi di forte intensità, accompagnati da locali grandinate.


Ci sarà anche un angolo del Paese invece dove il tempo si manterrà decisamente più tranquillo soleggiato:è il caso del Nord e di gran parte della Toscana, con qualche disturbo che non mancherà solamente sui rilievi alpini nel corso del pomeriggio.

CHE TEMPO FARA’ DOMENICA?

Arriviamo così alla giornata di domenica quando il fronte atlantico proseguirà la sua marcia verso Sud, mantenendo, specialmente nelle ore pomeridiane, elevata la probabilità di piogge temporali. A maggior rischio saranno i rilievi laziali e, ad esclusione della Sicilia, un po’ tutto il comparto del basso Tirreno, dove i fenomeni non colpiranno solo la dorsale appenninica, ma riusciranno localmente a spingersi fin verso le zone pianeggianti, specie in Campania, in Calabria e sui settori più meridionali e ionici della Basilicata.

Non perdere queste informazioni

Articoli Correlati

Back to top button