NEWS

Meteo: domenica 14 febbraio, BUFERA di San Valentino

In queste ore è in atto una poderosa irruzione di aria siberiana con venti che soffiano impetuosi e che stanno sferzando l’Italia da Nord a Sud. L’aria gelida a contatto con i nostri mari ha dato vita a un vortice ciclonico sul basso Mar Tirreno, una bassa pressione responsabile di diffuse nevicate fin sulle coste adriatiche anche sotto forma di bufere

METEO IERI

Nella giornata di ieri, sabato, la neve ha  imbiancato  tutte le regioni adriatiche dalla Romagna alla Puglia, ma anche l’Umbria e la Campania (qui possibili fiocchi anche a Napoli). Piogge battenti invece in Calabria e in Sicilia, dove il limite della nevicate e’ salito  oltre i 700-1200 metri. Sul resto del Nord e del Centr oe e’ stato il gran freddo a farla da padrone anche se ci saranno ancora residue deboli nevicate su torinese, cuneese, sondriese, aretino, senese e grossetano.

METEO OGGI, NEVE SULLA COSTA

Nel corso della giornata odierna, domenica,  il tempo comincerà a migliorare su molte regioni con sole splendente e ancora possibili residue nevicate su Marche meridionali, Abruzzo, Molise, Puglia e Basilicata (sempre su coste o pianure).

GELO SIBERIANO

Arriva il gelo siberiano di Burian a San Valentino: le previsioni meteo annunciano proprio peroggi, infatti,  domenica 14 febbraio, temperature in calo sotto lo zero in tutta Italia, da Nord a Sud, e anche possibili nevicate sulle coste adriatiche, in Campania e Sicilia. Tutto per Burian, o meglio Buran, vento di aria gelida che proviene dalla Russia, e che dovrebbe abbattersi sull’Europa occidentale la prossima settimana.

VORTICE POLARE

In termini tecnici, si parla di “dislocazione del vortice polare” o suddivisione in 2-3 lobi distinti (“split” del vortice polare) che viaggiano, almeno in parte, in direzione delle medie latitudini, provocando ondate di freddo e gelo. Proprio come vedremo in Italia.

GELO IN RINFORZO

Il gelo siberiano sferza su molte regioni d’Italia dove la neve ha imbiancato anche molte località di pianura. Nevicate hanno infatti interessato alcune zone del Piemonte come Torino, la Lombardia e su parte dell’Emilia Romagna in particolare il comparto appenninico. Ma il tempo è in peggioramento anche sul resto del Paese. Precipitazioni sparse sono in atto infatti sui comparti adriatici del Centro e su parte del Sud. Tra Marche ed Abruzzo, al momento, la neve cade già a quote molto basse intorno ai 200/300m. Piogge invece sono segnalate in Sardegna, sul Lazio e a scendere su Campania, Calabria e area ionica.

METEO NORD

Dopo una mattinata assai instabile ma con primi segnali di miglioramento al Nord, il maltempo muoverà il suo baricentro ulteriormente verso le regioni centro-meridionali. Sotto stretta osservazione saranno soprattutto il versante adriatico del Centro e gran parte del Sud in quanto zone maggiormente esposte alle gelide correnti siberiane che insisteranno per tutto il corso della giornata. La nostra attenzione si concentra soprattutto sulla neve che potrà cadere fino in pianura sulle Marche con qualche episodio fin lungo i litorali. Ad imbiancarsi saranno comunque anche le pianure e le coste abruzzesi, molisane fino al nord della Puglia.

TENDENZA METEO AL SUD

Sul resto del Sud, specie dal primo pomeriggio, i fiocchi bianchi potranno interessare a tratti le pianure della Basilicata ed occasionalmente anche quelle campane con neve fine alle porte di Napoli. In seguito, verso sera, mentre al Nord il tempo sarà tranquillo, inizierà a dare segnali importanti di miglioramento anche sull’area tirrenica del Centro, mentre continueremo ad avere nevicate fino in pianura su gran parte dell’area adriatica centrale e su molti tratti del Sud. Piogge moderate bagneranno poi la Calabria e il nord della Sicilia. Qui la quota neve non scenderà sotto i 700/800m.

Rimani aggiornato con i link rapidi di previsioni

Articoli Correlati

Controlla anche
Close
Back to top button