METEO WEEKENDNEWS

METEO: ora è UFFICIALE. Arriva la SVOLTA POLARE

Confermato quanto già anticipato: siamo al canto del cigno dell’ estate con meteo sempre più freddo. Ora vi spieghiamo il perchè

meteo-polare

PROIEZIONI MODELLISTICHE PREVISIONI METEO

Affidandoci, giustamente, alle proiezioni modellistiche dobbiamo prendere atto del riassetto barico europeo, in particolare dovremo porre sotto la lente d’ingrandimento gli accadimenti del Nord Europa. Qui, carte alla mano, sembra ampiamente confermato il primo freddo stagionale così come viene certificato da più fonti il tentativo di propagazione verso sud. Non è un caso, quindi, che per fine agosto trovi riscontro l’ipotesi refrigerio anche sulle nostre regioni.

STRAVOLGIMENTI IN ATTO DI NATURA CLIMATCA

Ma ciò che al momento non possiamo prevedere è l’eventuale stravolgimento delle condizioni meteo climatiche. Tenete conto che stiamo andando incontro a un periodo, la prima metà di settembre, durante il quale le sorprese potrebbero presentarsi da un momento all’altro. Ed è per questo motivo che presteremo particolare attenzione agli accadimenti nord europei, perché l’eventuale propagazione ciclonica in direzione sud potrebbe scatenare un putiferio.

Tra l’altro, elemento non di poco conto, s’intravede una minore vigoria dell’Anticiclone Subtropicale. Sarà ancora vivace, questo sì, ma una rinfrescata oggi, una rinfrescata domani ecco che la situazione potrebbe cambiare da un momento all’altro. Non sembra più in grado di imporre il proprio diktat senza battere ciglio, se vorrà mantenere il controllo della situazione dovrà necessariamente spendere parecchia energia e il serbatoio, com’è giusto che sia, non è infinito.

SVOLTA POLARE METEO IN PEGGIORAMENTO

L’instabilità si manifesterà anche su parte del Centro Italia, specie i settori adriatici. L’alta pressione non sembra capace di offrire troppa resistenza, con l’impulso perturbato principale capace di scivolare su parte della nostra Penisola.

Tra martedì e mercoledì avremo quindi un peggioramento principalmente sulle regioni centrali del versante adriatico, poi mercoledì sarà coinvolto anche il Sud. L’instabilità resterà poi vivace, nei giorni a seguire, lungo l’Appennino e le aree alpine e prealpine.

Non perdere queste informazioni

Articoli Correlati

Back to top button