NEWS

Previsioni METEO: settimana da CAPPOTTI E SCIARPE. Neve, gelo e vento ovunque

Marzo si conferma un mese “pazzo” dal punto di vista climatico. E’ questa la sentenza che arriva dagli ultimi aggiornamenti dei modelli a lungo termine secondo i quali, proprio in concomitanza con l’equinozio di primavera, l’Europa dovrà fare i conti con un colpo di coda dell’inverno, con conseguenze anche per l’Italia.


Insomma, aspettate a metter via cappotti e abiti pesanti, potrebbero anche tornarci molto utili nelle prossime settimane. Cerchiamo dunque di fare il punto della situazione, tracciando una tendenza sulla base delle proiezioni aggiornate.

PREVISIONI METEO ATTESE LA PROSSIMA SETTIMANA

L’ultimo aggiornamento modellistico ha confermato un deciso cambio della circolazione atmosferica intorno al 16/17 marzo, quando la risalita dell’alta pressione delle Azzorre verso latitudini molto elevate (indicativamente tra le Isole Britanniche e la Scandinavia), potrebbe innescare la discesa di gelide correnti artiche che dilagheranno dapprima sull’Europa centrale, per poi tuffarsi sul Mediterraneo, entrando sia dalla Porta della Bora (Alpi Giulie), sia dalla Valle del Rodano (Francia sud-orientale).

MAPPE SINOTTICHE: PREVISIONI METEO


Dando uno sguardo alle mappe sinottiche ci rendiamo subito conto di come la massa d’aria abbia caratteristiche prettamente invernali, con valori intorno ai -8/-10 gradi alla quota isobarica degli 850 hPa (circa 1550 metri di quota).

Insomma, proprio in concomitanza con l’inizio della primavera astronomica (quest’anno l’equinozio cadrà sabato 20 marzo) potrebbe materializzarsi un colpo di scena invernale, cosa che non deve peraltro sorprendere, in quanto del tutto in linea con la climatologia del nostro Paese di questo periodo dell’anno.

PROIEZIONI CONFERMATE, ECCO LE CONSEGUENZE

Se tale proiezione dovesse essere confermata, ci attendiamo una fase molto dinamica, con un drastico calo delle temperature che in pochissimo tempo si porterebbero fin sotto le medie climatiche di riferimento, anche di diversi gradi.

Attenzione poi alle precipitazioni, perché al momento non possiamo escludere la formazione di vortici ciclonici sul mar Mediterraneo, alimentati dalle fredde correnti in arrivo direttamente dal Polo Nord: insomma aspettiamoci una fase decisamente molto instabile con la possibilità di nevicate fino a quote molto basse (collinari o anche inferiori) e violenti temporali (a causa dei contrasti che potrebbero crearsi) qualora dovessero formarsi dei vortici depressionari.

Di questo, ovviamente, vista la distanza temporale, avremo modo di riparlarne nei nostri prossimi aggiornamenti, nei quali vi daremo prontamente notizie in merito a queste interessanti proiezioni.

Rimani aggiornato con i link rapidi di previsioni

Articoli Correlati

Back to top button